Come funziona sviluppo emotivo nei bambini

Ago 22, 22 Come funziona sviluppo emotivo nei bambini

Ogni bambino ha i propri tempi e i propri ritmi di crescita, non bisogna mettergli fretta, ma aspettare e rispettare i sui tempi, incoraggiandolo e sostenendolo.

Da piccoli si è molto emotivi, per questo è importante che i genitori siano molto presenti e vicini a loro, soprattutto nei periodi di transizione.

I bambini hanno bisogno di essere accuditi, coccolati e consolati quando si sentono tristi o vogliono giocare.

In questo articolo si vuole offrire un approfondimento sullo sviluppo emotivo dei bambini e sul linguaggio delle emozioni, toccando le tappe evolutive di tale sviluppo.

L’emotività nei bambini

L’emotività è una caratteristica che si riscontra nella vita di tutti i giorni dei bambini.

Essa si manifesta con la capacità di provare sentimenti e reazioni che variano dall’allegria alla tristezza, dalla rabbia all’ansia, dall’invidia al risentimento e così via.

In moltissimi casi queste emozioni sono temporanee ed evanescenti.

Altre volte possono essere più intense o prolungate nel tempo finché non trovano una soluzione o un rimedio appropriato.

Sviluppo Emotivo da 0 a 12 mesi

I bambini all’età di 0-1 anno non hanno ancora una chiara consapevolezza del mondo esterno. Anche se sanno distinguere il loro corpo dai corpi degli altri esseri umani, non sono in grado di riconoscere i volti, i colori o gli oggetti.

Ciononostante provano delle emozioni.

In particolare possono provare gioia quando vengono coccolati o amati e si sentono amati.

Le loro reazioni emotive sono semplici e primitive e tendono a scomparire rapidamente dopo che le circostanze che le hanno causate si sono dissolte.

A volte però queste reazioni emotive non trovano un rimedio immediato e divengono più intense, finché il bambino non trova un modello esterno da imitare piangendo, oppure comincia a piangere perché ha fame oppure perché lo stanno lavando troppo duramente.

Il pianto, insomma, è il modo con cui un bambino con meno di 12 mesi cerca di esprimere emozioni di collera, tristezza, noia, rabbia e fastidio.

Sviluppo Emotivo da 12 a 36 mesi

I bambini dai 12 ai 24 mesi sviluppano la capacità di esprimere la loro collera e di provare emozioni diverse da quelle della gioia. Adesso riconoscono i volti e distinguono i colori, ma non ancora gli oggetti.

A partire dai 24 mesi i bambini cominciano ad apprendere una serie di abilità che li porteranno ad avere una percezione più realistica del mondo esterno.

Adesso sono in grado di riconoscere gli oggetti, ma non sono ancora in grado di distinguere con precisione le differenze fra esseri umani, animali, oggetti e colori.

Inoltre sviluppano la capacità di esprimere una reazione emotiva positiva o negativa all’accadere degli eventi nell’ambiente circostante.

Adesso hanno una percezione delle emozioni più complessa ed elaborata rispetto a quella dell’età precedente.

Come stimolare la Creatività nei Bambini

La creatività è una delle caratteristiche che differenziano l’essere umano dagli altri animali.

Quando si parla di creatività, si intende la capacità di produrre idee e soluzioni originali, in grado di sorprendere il resto della comunità.

Durante la prima infanzia i bambini possono esprimere le loro capacità creative in vari modi: dall’arrampicarsi sugli alberi per poi lanciarsi gioiosamente a terra, all’imparare a camminare sulle mani, fino al mettere insieme degli strani oggetti e costruire con essi delle cose sempre più complesse.

In questa età la creatività può essere stimolata con giochi (più info su Giochiprimainfanzia.it) come ad esempio: creare un racconto con tanti personaggi e situazioni diverse; disegnare o scrivere storie; disegnare o scrivere i propri sogni.